TRAKTI SMART "LEGAL" CONTRACTS BLOG

Halacious

Contract Design, evolvere i contratti grazie al software

on November 24, 2020

Photo by Halacious on Unsplash

Contratti. Nati per semplificare e dare certezza ai rapporti socio-economici tra le parti, si sono presto trasformati in strumenti di battaglia a causa della via via crescente complessità strutturale e di linguaggio. Poco chiari nella prosa, ambigui – a volte intenzionalmente – di difficile interpretazione anche per gli addetti ai lavori, si dimostrano spesso nella loro inutilità e inefficacia. Nascono così incomprensioni e contenziosi che danneggiano il business in termini di reputazione, risorse, ritardi operativi e perdita di progetti.

Sembra però che negli ultimi tempi ci sia un’inversione di rotta, un cambio di prospettiva che sta imponendo la ri-progettazione del linguaggio contrattuale. Smart contract e legal design segnano il passaggio ad un approccio che concepisce il contratto non come mezzo di difesa ma come funzionale, come mezzo per il raggiungimento dello scopo; insomma un approccio basato sul risultato.

Quali gli impatti del legal design e smart contracts sul linguaggio?

Modificando l‘aspetto visuale il primo e, incidendo sulla prosa legale il secondo.

Grazie al legal design, il contratto viene integrato con diagrammi di flusso, timeline, grafici, icone che migliorano la comunicazione tra le parti e semplificano è concetti più complessi espressi nel testo. Modificando l’aspetto visuale del contratto, i termini contrattuali risultano più chiari e accessibili a un pubblico più vasto: non più one-to-onema one-to-many.
Illuminante a tal proposito la library curata da Stefania Passera ed Helena Haapio per il World Commerce & Contracting.

Da un punto di vista del linguaggio, invece, la semplificazione dello stesso avviene grazie agli smart contracts.

Come gli smart contracts rendono più comprensibile il contratto?

Gli smart contracts sono, in effetti, programmi con specifiche di dati. Le clausole operative di un contratto che possono essere codificate ed eseguite automaticamente richiedono l’uso di un linguaggio preciso, accurato, logico.

Si parla di “plain language”, non più di “legalese”: il linguaggio è basato sulla logica non sull’astrazione.

Spariscono frasi contorte e termini vaghi. Si introducono valori, parametri, metrics.Trakti Telesca HazardQuesto crea trasparenza, non lascia spazio ad interpretazioni discordanti e diminuisce il contenzioso.
Le parti sono chiamate a definire e predefinire condizioni, istruzioni, azioni e conseguenze.

Gli smart contracts si basano, come un diagramma di flusso, sulla logica “if this, then that”: una volta soddisfatte le condizioni descritte nel codice si attivano automaticamente delle specifiche azioni. Azioni che dipendono non più dal mero arbitrio delle parti ma da elementi oggettivi e verificati.
Questo modi di ri-progettare il contratto migliora le probabilità di successo nel raggiungimento degli obiettivi fissati dalle parti, nonché la mutua fiducia e il reciproco impegno. Aspettative e responsabilità emergono in modo chiaro e trasparente.

Trakti supporta le aziende anche sotto questo aspetto, fornendo template automatizzati per smart contracts.
I template offerti, prevedono clausole parametrizzate e strutturate in modo logico, semplice e chiaro, pronte ad essere collegate al codice sviluppato da Trakti.
Insomma, i nuovi contratti, sembrano abbracciare i pilastri della comunicazione espressi da Calvino:

  1. leggerezza: intesa come sottrazione di peso alla struttura (del contratto) e al linguaggio; si crea in tal modo condivisione e si riducono le conflittualità;
  2. rapidità: la logica diventa essenziale per gestire al meglio la concatenazione degli eventi previsti dalle parti;
  3. esattezza: uso di un linguaggio preciso, non vago e approssimativo. Gli obiettivi fissati sono chiari e misurabili;
  4. visibilità: visualizzazione dei concetti attraverso icone e grafici;
  5. molteplicità: il linguaggio legale, informatico e visivo si integrano, creando connessioni tra persone, azioni ed eventi;
  6. concretezza: risultati. Il contratto diventa funzionale al raggiungimento degli obiettivi delle parti.

Ti interessa saperne di più? Dai un’occhiata alle funzionalità della nostra piattaforma e contattaci.

traktiContract Design, evolvere i contratti grazie al software

Related Posts

Take a look at these posts